Apparecchi acustici e otoprotettori

l'orecchio

Che tipo di ipoacusia (calo uditivo) hai?

L'ipoacusia trasmissiva  si ha quando la trasmissione del suono attraverso l'orecchio esterno e l'orecchio medio è interrotta. Le cause più comuni sono: tappi di cerume, perforazioni timpaniche, otite media, danni alla catena ossiculare.

L'ipoacusia neurosensoriale o recettiva si ha quando l'orecchio interno (coclea) non trasmette correttamente il suono al nervo acustico. Le cause più comuni sono: esposizione prolungata a rumori forti o continui, trauma acustico, invecchiamento, altre patologie.

L'ipoacusia di tipo misto: è la combinazione dei primi due tipi di ipoacusia e si ha quando il danno uditivo riguarda sia l'orecchio esterno o medio, sia l'orecchio interno.

In base al tipo di ipoacusia l'audioprotesista saprà consigliarti, in accordo con lo specialista otorinolaringoiatra o audiologo, l'apparecchio acustico più idoneo.

Quali sono le cause dell’ipoacusia?

Il calo uditivo è molte volte associato all’avanzamento dell’età, ma vi sono anche altri fattori ad influenzarlo:

• esposizione prolungata a rumori forti

• fattori ereditari (ad esempio il gene Connexina 26)

• infezioni causate da batteri e virus (ad esempio otiti, scarlattina, rosolia, meningite)

• otosclerosi che influisce sulla mobilità dei 3 ossicini presenti nell’orecchio medio, in particolare la staffa

• abuso di farmaci (soprattutto antibiotici, cortisonici, penicillina) o di alcool e fumo

La riduzione della sensibilità uditiva non è causata solamente dal timpano, ma può essere legata a differenti parti dell’orecchio ed in alcuni casi può essere anche accompagnata a fenomeni di acufeni

Nel caso si diventi affetti da ipoacusia si potrà far fronte a questo calo uditivo grazie all’utilizzo di protesi acustiche Per scegliere la tipologia di apparecchio acustico più adatta bisognerà fare una visita da un professionista ed eseguire un esame dell'udito.

Tipologie di apparecchi acustici

apparecchi acustici

Openfitting

- È una soluzione retroauricolare indicata solamente in caso di perdite di udito leggere e moderate.

Retroauricolari

- La soluzione retroauricolare è indicata per problemi uditivi di tipo medio e medio-grave.

Ricevitore nel condotto

Questa soluzione risulta adattabile a diversi livelli di problemi uditivi ed è solitamente un buon equilibrio tra qualità estetica ed efficienza.

Completamente nel condotto uditivo

- Questi tipo di soluzione viene indicata a partire da difficoltà uditive di media e piccola entità e risulta completamente invisibile dall’esterno. La soluzione in assoluto più invisibile che esista a tutt'oggi.

 

DOMANDE FREQUENTI

 

Gli apparecchi acustici riporteranno il mio udito alla normalità? È dimostrato che gli apparecchi acustici aiutano molte persone, ma non fanno miracoli; il beneficio ottenibile dipende da quanto è compromessa la funzione uditiva della persona e dal tempo intercorso tra l’inizio del problema e il momento dell’applicazione degli apparecchi acustici.

Gli apparecchi acustici danno fastidio?

Esistono molti modelli di apparecchi acustici e con differenze di prestazioni anche importanti, possiamo però dire che, se ben scelti, possono migliorare in modo considerevole le vita di tutti i giorni.

È difficile abituarsi? In generale no, ogni caso va però valutato singolarmente e la generalizzazione è impossibile.
La tecnologia oggi disponibile consente di ottenere risultati impensabili sino a pochi anni fa, sia in termini di prestazioni assolute che di comfort.

Gli apparecchi acustici fischiano?

L'effetto Larsen (si chiama così il "fischio") non indica necessariamente un malfunzionamento dell'apparecchio. Le cause possono essere diverse, in ogni caso è meglio contattare l'Audioprotesista di fiducia che saprà ovviare all'inconveniente.

TV e telefono si sentono?

Sì! su molti modelli è implementata una tecnologia Bluetooth che permette un collegamento "senza fili" a questi oggetti, sentire TV e telefono (anche il cellulare) è veramente semplice.

Sono invisibili? Piccolissimi, discreti, perfettamente camuffabili però sì, l'offerta è ampia e ben articolata anche in termini di prezzo e da noi troverà i migliori articoli anche sotto questo "aspetto".

Interferiscono con il pace-maker? No, assolutamente.

Ne devo mettere due? La prescrizione degli apparecchi acustici è compito esclusivo del Medico Specialista, sarà lui a stabilire "come e quanti" in funzione della capacità uditive residue e dello stato di salute generale, con il fine ultimo di darle il miglior risultato audio protesico possibile.


Costano cari? Il costo è tipicamente proporzionato alle prestazioni degli apparecchi acustici, l'offerta è comunque varia sia come modelli che come risultati attesi.

Prevenzione udito

Undici facili consigli su come mantenere in forma il tuo udito

1. Proteggiti da rumori forti riducendo il numero di apparecchi rumorosi contemporaneamente in funzione

2. Abbassa il volume quando ascolti TV, radio, stereo o lettore MP3 con cuffie o auricolari. Cerca di mantenerlo ad un livello che ti permette di sentire i rumori circostanti

3. Allontanati di tanto in tanto da fonti di rumore come una discoteca oppure un concerto

4. Indossa protezioni per le orecchie quando lavori con apparecchi rumorosi come tosaerba o aspiratori di foglie

5. Riduci il consumo di alcool e tabacco perché questi influiscono sugli organismi incaricati della trasmissione dei suoni al cervello

6. Durante decollo ed atterraggio di un aereo compensa la pressione tappando il naso e soffiando

7. Fai attenzione durante gli sport acquatici in quanto la pressione dell’acqua se eccessiva può danneggiare il timpano

8. Per la pulizia esterna delle orecchie usa acqua e sapone. Alla pulizia interna ci pensa direttamente l’orecchio

9. Modera l’assunzione di antibiotici e farmaci e attieniti sempre con cura alle indicazioni del medico

10. Usa i bastoncini di cotone per orecchio solamente per pulire il padiglione esterno e non l’interno

11. Controlla il tuo udito dopo i 30 anni con regolari test dell'udito.

Segui con regolarità questi semplici consigli per la prevenzione dell’udito e potrai limitare il più possibile i problemi dell'udito.

Ipoacusia nei bambini

apparecchi acustici colorati

AIUTO! MIO FIGLIO NON SENTE

Molti genitori si accorgono presto che il bambino non riesce a sentire. Se un neonato non è spaventato dai rumori forti, o se a 5 o 6 mesi non reagisce al suono del suo nome, potrebbe avere un deficit uditivo.

I ragazzi più grandi, se non sentono bene, possono avere la tendenza ad alzare molto il volume del televisore o del computer, oppure a non rispondere se un genitore gli parla - e non solo se li sta rimproverando!

Non bisogna preoccuparsi, ma agire: correggere i problemi d'udito dei bambini è facile, ma prima lo si fa, meglio è.

SEGNI DELL'IPOACUSIA NEI BAMBINI Difficoltà a capire cosa dicono gli altri Bisogno che le cose vengano ripetute più volte

Volume alto della televisione o del computer Difficoltà nel seguire le conversazioni di gruppo Isolamento dai contesti sociali.

Share by: