Chi sono gli aventi diritto?

forniture gratuite asl e inail

Il centro acustico UDIRE SNC di Padova è convenzionato con l’ASL e con l’INAIL per la fornitura di apparecchi acustici e altri ausili agli aventi diritto, a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

Il ns. Centro saprà darti informazioni chiare sulla procedura per la richiesta dell’invalidità civile e per l’espletamento delle pratiche necessarie per avere gli apparecchi acustici; ti seguirà passo passo gratuitamente fino a fine pratica.

 

 

Devo pagare ottenere un apparecchio acustico?

Il SSN fornisce, tramite la ns. azienda iscritta in appositi elenchi, apparecchi acustici con determinate caratteristiche alle persone con invalidità civile riconosciuta pari o superiore ad un terzo (34%). Se vuoi un apparecchio acustico digitale con prestazioni superiori, di alto livello, devi pagare una cifra a parte, oltre il contributo offerto dal SSN.

Quali soggetti hanno diritto alla fornitura a carico del S.S.N.?

Hanno diritto alla fornitura gratuita degli apparecchi acustici tutti coloro che hanno seguito la procedura per il riconoscimento dell’invalidità civile e ai quali sia stata riconosciuta una percentuale d’invalidità uguale o superiore a 1/3 (34%).

I bambini e i minori di 18 anni non hanno bisogno del riconoscimento dell’invalidità civile.

La fornitura dei sussidi protesici è disciplinata dal Nomenclatore Tariffario strumento previsto dall’art. n. 26 della legge 833, 23.12.1978;

Nel verbale di riconoscimento dello stato di invalidità deve essere esplicitamente espressa la patologia “ipoacusia”; in caso contrario, è necessario richiedere l’aggravamento (il percorso da seguire è lo stesso che per la richiesta dell’invalidità).

Per accelerare la fornitura protesica la Commissione medica, nel caso la percentuale di invalidità sia maggiore del 34%, può rilasciare contestualmente alla visita legale, su richiesta dell’interessato, una dichiarazione di accertata invalidità che eviterà un’inutile attesa per l’avvio del verbale (art. 2 comma 1 punto C, D.M. n. 332/1999)

 

Apparecchio riconducibile

L’assistito può scegliere un apparecchio più sofisticato rispetto a quanto previsto dal Nomenclatore e sostenere il costo del conguaglio. Sono riconducibili gli apparecchi endoauricolari e retroauricolari con più di 4 regolazioni, ovvero che siano programmabili o digitali.

Di seguito sono elencati i documenti necessari (i moduli sono disponibili presso il nostro centro).

1. Domanda d'invalidità (in duplice copia)

2. Certificato del medico curante

3. Fotocopia della Carta d'identità (valida) e Codice Fiscale

4. Tutti i referti medici degli esami eseguiti in struttura pubblica

TEST: NE HO BISOGNO? COMPLETA IL TEST ON LINE

I tuoi famigliari si lamentano per il volume troppo elevato della TV e della radio?

Ti sembra spesso che le persone bisbiglino e non riesci a comprendere pienamente I loro discorsi?

Senti la voce delle persone che ti parlano ma non comprendi chiaramente le parole?

Ti capita spesso di farti ripetere le parole?

Quando ti trovi ad un pranzo di famiglia o di lavoro in cui molte persone parlano fai fatica a seguire la conversazione?

Hai difficoltà nella conversazione telefonica?

SE HAI RISPOSTO SÌ AD ALMENO 3 DOMANDE...

Contattaci , ti aiuteremo a recuperare l'udito.

Share by: